Il Prefetto Sabatino Marchione in visita a Pontecagnano Faiano: Grande attenzione per le problematiche di questo territorio

foto-visita-prefettoStamattina, alle 10.30, il Prefetto di Salerno, Sabatino Marchione, è stato in visita al Comune di Pontecagnano Faiano. Accolto dall’inno di Mameli e dal saluto dei dipendenti comunali, il Prefetto ha preso parte ad una cerimonia ufficiale alla presenza del Sindaco Ernesto Sica insieme all’amministrazione, delle autorità militari, religiose e scolastiche del territorio. Dopo i ringraziamenti, il Primo Cittadino ha analizzato alcune problematiche che interessano la Città. In primis la questione inquinamento: “Il nostro comprensorio vive un deficit infrastrutturale sul piano viario ed un deficit a livello ecologico per la presenza di contenitori di industria pesante ed impianti inquinanti e si trova, in questo momento, di fronte all’ipotesi di collocare il termovalorizzatore a pochi passi dal centro urbano. Credo che, in questa direzione, occorra uno sforzo affinché si vada a salvaguardare realmente la salute pubblica della nostra comunità”. Sui problemi che riguardano la litoranea, dunque, il Sindaco Sica ha ribadito: “Abbiamo sette chilometri di fascia costiera dove si concentra, soprattutto nei mesi estivi,foto visita prefetto e sica ernesto la movida dell’intera provincia di Salerno. Notevole è l’impegno delle forze dell’ordine per la sicurezza ma serve un’azione maggiormente corale anche per contrastare il triste fenomeno della prostituzione con l’amministrazione già in prima linea in una forte attività di monitoraggio”. Spazio, infine, al patrimonio culturale di Pontecagnano Faiano per il quale il Primo Cittadino ha ribadito l’impegno verso una reale valorizzazione con particolare riferimento al museo archeologico nazionale degli Etruschi e alla sua riapertura, al parco eco-archeologico e al seminario metropolitano Giovanni Paolo II. “Nello svolgere il nostro difficile ruolo di amministratori, siamo onorati di poterci sentire protetti grazie ad interlocutori forti che rappresentano lo Stato come istituzione” ha concluso Ernesto Sica rivolgendosi al Prefetto.

“Le parole del sindaco mi lusingano e riempiono, allo stesso tempo, di responsabilità. Darò il mio contributo di esperienza alle amministrazioni locali le cui tradizioni devono essere valorizzate. Per giungere ad uno sviluppo economico del territorio, credo che lo stesso debba andare di pari passo con la salvaguardia della qualità della vita. Per quanto riguarda la litoranea, le forze dell’ordine stanno svolgendo un ottimo lavoro e stiamo seguendo attentamente la situazione , sicuri che il Sindaco Ernesto Sica continuerà a collaborare con noi affinché il fenomeno della prostituzione e dello sfruttamento della stessa venga definitivamente risolto. In tema di patrimonio culturale penso che questo territorio meriti che il museo riapra a tutti gli effetti e che ogni aspetto venga valorizzato. Pontecagnano Faiano è famosa anche per la sua squadra di pallavolo alla quale auguro le migliori fortune” è stato il commento del Prefetto di Salerno Sabatino Marchione. Il Prefetto ha, quindi, apposto una dedica sul Libro d’Onore del Comune di Pontecagnano Faiano ricevendo il Crest dell’Ente. Prima di lasciare la Città, ha reso omaggio alla statua in memoria del finanziere Daniele Zoccola e al monumento dedicato ai caduti in guerra ed ha portato il suo saluto alla locale Stazione dei carabinieri di Pontecagnano Faiano.

L’Ufficio Stampa