IL SINDACO ERNESTO SICA: LA ROTTURA È INSANABILE. IL COMUNE DI PONTECAGNANO FAIANO VERSO L’USCITA DAL CONSORZIO AEROPORTO PONTECAGNANO – SALERNO

Il sindaco Ernesto Sica aveva inviato ieri una nota in cui, oltre a ribadire la propria indisponibilità a candidature di sorta, esortava un rinvio a sette giorni dell’odierno CdA onde favorire una migliore riflessione comune e la definizione dei seguenti punti focali ed imprescindibili per il nuovo assetto del CdA:

Accordo reale con la regione Campania sulle infrastrutture viarie e sul completamento dell’Aeroporto che indichi le somme, le voci di capitolo ed i tempi di finanziamento;
Accordo con il Ministero dei Trasporti e con l’Enac per la concessione e per il potenziamento infrastrutturale;
Individuazione, attraverso una selezione pubblica, della compagnia di gestione e non mediante trattativa privata, fonte di inaccettabile procedimento di cultura gestionale clientelare e personalistica.
“Avevo tentato di indicare un metodo. Si è perpetrata questa mattina l’ennesima forzatura che denota la volontà a perseguire comportamenti deleteri, irresponsabili e da più parti scongiurati. La logica del buon senso e della responsabilità finalizzata all’ottimizzazione delle risorse ed all’effettivo funzionamento dello scalo cede il passo all’interesse di parte ed alla volgare lottizzazione.

Il territorio di Pontecagnano Faiano, su cui insiste oltre l’80% dell’area aeroportuale, non può subire questa ennesima violenza e l’Amministrazione ha il dovere di riflettere sull’opportunità di sottrarsi non già alle responsabilità di concorrere alla gestione, ma alla mortificazione di essere esclusa dalle decisioni che le competono.

Il “neo presidente” dell’Aeroporto dovrà spiegare quale è il potere di rappresentanza di questo CdA, considerate le significative assenze di oggi dei Comuni di Salerno e di Pontecagnano Faiano, provocando, di fatto, una gravissima frattura politico istituzionale.

Renderò note ulteriori importanti comunicazioni in proposito nel corso di una Conferenza Stampa che si terrà presso il Palazzo di Città sabato 28 febbraio p.v. alle ore 10.00″.

L’Ufficio Stampa

Stefania Maffeo