Monumento dedicato al lavoro ed alle sue vittime

Venerdì 1 maggio p. v. alle ore 11.00, presso il Palazzo di Città, il sindaco Ernesto Sica, con il presidente dell’associazione “L’Altra Città” Paolo Manzo, presenteranno il progetto del “Monumento dedicato al lavoro ed alle sue vittime”.

L’opera sarà creata dal maestro Franco Anfuso e donata, dall’Associazione, alla Città di Pontecagnano Faiano.

Un plastico di grandi dimensioni illustrativo del progetto sarà posizionato nell’atrio del Comune.

La scultura, la cui base simboleggia la superficie terrestre, si erge verso l’alto mediante un elemento portante che raffigura le conquiste dell’ingegno dell’Uomo. Intorno ruotano sagome di figure umane che testimoniano lo sforzo e la fatica, il sacrificio e l’abnegazione dei lavoratori.

“La preziosa opera che sarà realizzata assume in sé più significati; non già un monumento di solo valore estetico, ma un simbolo autentico della probità, del lavoro e del sacrificio di chi nelle fabbriche, nelle strade, nei cantieri, nei campi ed in ogni settore in cui operi contribuisce a costruire, quotidianamente, il bene comune, condizione essenziale di convivenza civile e di dignità. L’Ente ha, così, inteso sancire e consacrare la ricorrenza del Primo Maggio per richiamare la più diffusa ed acuta sensibilità, nell’opinione pubblica e nelle Istituzioni, onde frenare ed arrestare lo sconvolgente reiterarsi degli incidenti sul lavoro. Orgogliosi, peraltro, del patrocinio del ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali riconosciuto all’opera”. Così commenta l’iniziativa il Primo Cittadino.

L’Ufficio Stampa

Stefania Maffeo